Comune di 
Castagnole delle Lanze

 

 

 

AmmTrasp  Sezione relativa agli atti generali, come indicato all'art. 12, c. 1,2 del d.lgs. 33/2013 

Obblighi di pubblicazione concernenti gli atti di carattere normativo e amministrativo generale
Fermo restando quanto previsto per le pubblicazioni nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dalla legge 11 dicembre 1984, n. 839, e dalle relative norme di attuazione, le pubbliche amministrazioni pubblicano sui propri siti istituzionali i riferimenti normativi con i relativi link alle norme di legge statale pubblicate nella banca dati «Normattiva» che ne regolano l'istituzione, l'organizzazione e l'attivita'. Sono altresi' pubblicati le direttive, le circolari, i programmi e le istruzioni emanati dall'amministrazione e ogni atto che dispone in generale sulla organizzazione, sulle funzioni, sugli obiettivi, sui procedimenti ovvero nei quali si determina l'interpretazione di norme giuridiche che le riguardano o si dettano disposizioni per l'applicazione di esse, ivi compresi i codici di condotta.


Il collegamento al sito Normattiva e' consultabile al seguente indirizzo: www.normattiva.it/




CODICE DISCIPLINARE E CODICE DI CONDOTTA

 

Codice disciplinare Art. 59 del CCNL Funzioni Locali del 21 maggio 2018

 

D.P.R. 16/4/2013 n. 62 - Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'art. 54 del D.Lgs 30/3/2001 n. 165
CCNL dei segretari comunali del 14/12/2010

CODICE DI COMPORTAMENTO dei dipendenti del Comune di Castagnole delle Lanze (Approvato con D.G.C. n. 17 del 21.02.2008)


DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE

Documento Unico di Programmazione 2019/2021 (D.U.P.) (Approvato con DGC 49 del 24/07/2018)

Nota di aggiornamento al D.U.P. 2019/2021 (Approvata con DGC 10 del 23/01/2019)(Approvazione del CC con Deliberazione 4 del 07/03/2019)

Documento Unico di programmazione 2018/2020 (D.U.P.)

Documento unico di programmazione 2017/2019 (D.U.P.) 

 

 

RELAZIONE DI FINE MANDATO 2014/2019

Relazione del Sindaco Calogero MANCUSO
Ricevuta di invio Relazione di fine mandato alla Corte dei Conti

 

VARIANTE A PIANO REGOLATORE CIMITERIALE (DCC 11 del 24/04/2019)

Approvazione piano regolatore cimiteriale

Piano regolatore cimiteriale

 

(Pagina aggiornata - secondo le linee guida sulla trasparenza - al mese di maggio 2019)

 

 

 

 

 

 

La pubblicazione degli Oneri informativi per cittadini ed imprese non è più richiesta.
L’art. 34, c. 1 e 2 del d.lgs 33/2013 è stato abrogato dal d.lgs 97/2016 e pertanto questa pagina non verrà ulteriormente aggiornata. 

Riferimento normativo: Art. 31, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Atti degli Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


DELIBERA 141/2019
ALLEGATO 1 : Documento di attestazione
ALLEGATO 2 : GRIGLIA di rilevazionbe al 31/12/2019
ALLEGATO 3 : Scheda di sintesi sulla rilevazione degli OIV o strutture equivalenti 

 

DELIBERA 236/2017

ALLEGATO 1 : Documento di attestazione

ALLEGATO 2 : GRIGLIA di rilevazione al 31/03/2017

ALLEGATO 3 : Scheda di sintesi sulla rilevazione degli OIV o strutture equivalenti

 


(Sezione aggiornata - secondo le linee guida sulla trasparenza - al mese di aprile 2019)

(sezione di archivio - in allegato)

 

 AmmTrasp

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

 

Art. 43, c. 1, d.lgs. n. 33/2013; Delib. CiVIT n. 105/2010 e 2/2012; Art. 1, c. 14, l. n. 190/2012; Art. 1, c. 3, l. n. 190/2012; Art. 18, c. 5, d.lgs. n. 39/2013

 

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza e suoi allegati, le misure integrative di prevenzione della corruzione individuate ai sensi dell’articolo 1,comma 2-bis della legge n. 190 del 2012,

 


Link alla sezione prevenzione della corruzione


STORICO DOCUMENTI

 

RESPONSABILE PREVENZIONE CORRUZIONE

RESPONSABILE TRASPARENZA

Segretario Comunale Dott. CARAFA Enzo
Nominato con Decreto del Sindaco Nr. 13 in data 11.12.2015

Telefono 0141/875600 (centralino)
Fax 0141/875643

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017

(approvato con DGC 7 del 10/02/2015)

 

Programma per la Trasparenza e l'integrità (2013-2015)

Relazione Responsabile Prevenzione corruzione 2015

 

 

 

 

Riferimento normativo: Art. 37, c. 3, d.l. n. 69/2013
Contenuti: Casi in cui il rilascio delle autorizzazioni di competenza è sostituito da
una comunicazione dell'interessato
Aggiornamento:  Dati non più soggetti a pubblicazione obbligatoria ai sensi
del d.lgs. 97/2016

 AmmTrasp

Titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo


Il Sindaco

La Giunta Comunale

Il Consiglio Comunale

 

Relazione di fine mandato 2009-2014 (Amministrazione precedente)

 

 

Riferimento normativo: Art. 47, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Provvedimenti sanzionatori a carico del responsabile della mancata o incompleta comunicazione dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione della carica, la titolarità di imprese, le partecipazioni azionarie proprie nonchè tutti i compensi cui dà diritto l'assuzione della carica 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Sanzioni per casi specifici 1. La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione in carica, la titolarità di imprese, le partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado, nonché tutti i compensi cui da diritto l'assunzione della carica, dà luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione e il relativo provvedimento e' pubblicato sul sito internet dell'amministrazione o organismo interessato. 2. La violazione degli obblighi di pubblicazione di cui all'articolo 22, comma 2, da' luogo ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della violazione. La stessa sanzione si applica agli amministratori societari che non comunicano ai soci pubblici il proprio incarico ed il relativo compenso entro trenta giorni dal conferimento ovvero, per le indennità di risultato, entro trenta giorni dal percepimento. 3. Le sanzioni di cui ai commi 1 e 2 sono irrogate dall'autorità amministrativa competente in base a quanto previsto dalla legge 24 novembre 1981, n. 689.


A questo Ente non sono state date sanzioni per mancata comunicazione dei dati
(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

 

Sanzioni per mancata comunicazione dati (Decreto legislativo nr. 33 del 14/03/2013)

Riferimento normativo: Art. 28, c. 1, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Rendiconti di esercizio annuale dei gruppi consiliari regionali e provinciali, con evidenza delle risorse trasferite o assegnate a ciascun gruppo, con indicazione del titolo di trasferimento e dell'impiego delle risorse utilizzate
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Rendiconti dei gruppi consigliari della Provincia di Asti
Rendiconti dei gruppi consiliari della Regione Piemonte

 

(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

UFFICI E SERVIZI COMUNALI


UFFICIO SEGRETERIA

Carafa Vincenzo

Dott. CARAFA Vincenzo

 

Ricevimento: Giovedi: 9,00 -12,00

 

Telefono 0141/875600 (centralino)
Fax 0141/875643

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Curriculum segretario

 

 dichiarazione D.Lgs 39/2013

UFFICIO FINANZIARIO

Cerruti Gabriella

Dott.ssa CERRUTI Gabriella

 

Ricevimento: Martedì pomeriggio su appuntamento

 

Telefono 0141/875600 (centralino)
Fax 0141/875643

E-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

dichiarazione D. Lgs 39/2013


TRIBUTI

L'ufficio si occupa della gestione dei tributi dell' ente

 

Incaricato: Carla BIANCO (IMU-TASI)

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Teresa Vilma RINALDI (TARI)

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

telefono 0141/875625 (IMU-TASI)
telefono
0141/875626 (TARI e SMALTIMENTO)
fax 0141/875643

Orari

dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00


MANIFESTAZIONI

L'ufficio si occupa della gestione delle manifestazioni

 

Teresa Vilma RINALDI

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

telefono 0141/875626
fax 0141/875643

 

Orari di apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00


CONTABILITA' E PERSONALE

L'ufficio si occupa della contabilita e della gestione del personale dell' ente

 

Incaricato: Mariarosa VIGLIECCA

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

telefono 0141/875624
fax 0141/875643

 

Orari di apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00

 

UFFICIO AMMINISTRATIVO

L'area si occupa della gestione amministrativa dell' ente

 

Responsabile: Dott. CARAFA Vincenzo

 

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ricevimento: Giovedi: 9,00-12,45

 

telefono 0141/875600 (centralino)
fax 0141/875643
pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


MESSI COMUNALI

(L'ufficio si occupa, oltre che delle attività inerenti i messi, dell'agricoltura, delle autorizzazioni sanitarie, dell'anagrafe canina e della gestione degli scuolabus comunali)

 

Incaricati: Bruno VIARISIO, Ettore BONGIOVANNI, Gianluca GIBERTI

E-mail:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Telefono 0141/875629
fax 0141/875643

 

Nomina a Messo notificatore: Arch. Paolo CARAFA (Decreto del Sindaco n. 2 del 13/05/2019)

 

lunedì e giovedì dalle 9,00 alle 12,00


SERVIZI DEMOGRAFICI

L'ufficio si occupa dei servizi demografici, stato civile, leva, affissioni, nonchè della redazione delle delibere di Giunta

 

Incaricati: Maria Grazia FERRO, Gabriella PRATO, Marinella MO

 

telefono 0141/875631-32
fax 0141/875643

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orari di apertura al pubblico:

aperto dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30
sabato dalle 9,00 alle 12,00 è attivo il servizio di reperibilità per decessi e urgenze anagrafiche

contattando il n.  3385277015


UFFICIO SEGRETERIA

L'ufficio si occupa della segreteria dell' ente

 

Incaricati: Patrizia FASSONE

Si occupa di: Commercio, Assistenza, Contratti, Consiglio Comunale, front-office opere pubbliche
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Cinzia ABRIGO

Si occupa di:  Scuole, Adozione filari
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Telefono 0141/875623 (Commercio, Assistenza, Contratti)
telefono 0141/875633 (Deliberazioni, Scuole,  Adozione filari)
fax 0141/875643

 

Orari di apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00

 

UFFICIO TECNICO

L'area si occupa della gestione territoriale dell' ente

 

telefono 0141/875600 (centralino)
fax 0141/875643

cellulare 328 2033283
pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


EDILIZIA PRIVATA

L'area si occupa dell'edilizia privata, concessione loculi e aree cimiteriali, edilizia popolare, contributi su affitti, protocollo corrispondenza

 

Responsabile: Dr. Vincenzo Carafa

 

 

si occupa di: edilizia privata, cimiteri

 

Ricevimento: Lunedi e Giovedi: 9,00-12,00 e su previo appuntamento telefonico

 

Geom. Giulio BERRUQUIER

 

Arch. Paolo Carafa

 

telefono 0141/875628 (Geom. Giulio Berruquier)
telefono 0141/875627 (Arch. Paolo Carafa)
fax 0141/875643

 

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orari di apertura al pubblico: Lunedi e Giovedi: 9,00-12,00 o previo appuntamento telefonico


LAVORI PUBBLICI

L'area si occupa di edilizia pubblica

 

Responsabile: 

Geom. Luigi BIESTRO

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

curriculum vitae

 

Patrizia FASSONE

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orari di apertura al pubblico: Lunedi e Giovedi: 9,00-12,00 e su

previo appuntamento telefonico

 

telefono 0141/875636 (Geom. Luigi Biestro)
telefono 0141/875623 (Patrizia Fassone)
fax 0141/875643

 

 

 

 

UFFICIO          TELEFONO INDIRIZZO E-MAIL
sindaco 0141 875621 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
segretario comunale 0141 875622 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
segreteria 0141 875623 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
ragioneria 0141 875624 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
scuole - adotta un filare 0141 875633 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tributi 0141 875625 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tecnico - lavori pubblci 0141 875636 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tecnico- edilizia privata 0141 875627-28 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

rifiuti

0141 875626 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
manifestazioni 0141 875626 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
messi- autisti scuolabus 0141 875629 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
servizi demografici 0141 875631-32 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
polizia municipale 0141 875630-34 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Centralino: 0141 875600


 

pec3

Posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


(seziona aggiornata al mese di ottobre 2018)

 

 AmmTrasp

Art. 15, c. 1,2 D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33

Titolari di incarichi di collaborazione o consulenza

Informazioni su tutti gli incarichi di collaborazione e di consulenza affidati dal Comune di Castagnole.

In questa sezione sono riportati gli estremi degli atti di conferimento di incarichi di collaborazione o di consulenza a soggetti esterni a qualsiasi titolo (compresi quelli affidati con contratto di collaborazione coordinata e continuativa) per i quali è previsto un compenso. 

Come previsto dalla vigente normativa nazionale (art. 7, comma 6, D.lgs. n. 165/2001 e successive modificazioni) il Comune può affidare a personale esterno all’Amministrazione (persone fisiche o società) un incarico professionale e di collaborazione per il perseguimento di obiettivi predeterminati e lo svolgimento di determinati compiti.

Sono resi pubblici gli incarichi conferiti a collaboratori esterni entro tre mesi dal conferimento e per i tre anni successivi alla cessazione dell'incarico

Di seguito tabella con le collaborazioni in essere (ove presenti), nominativo e Curriculum Vitae, Dichiarazione di assenza di interesse nella collaborazione e Certificazione in merito del Responsabile del Servizio che si avvale della collaborazione.

 

(dati in aggiornamento tempestivo )

 

Scarica il modulo di dichiarazione assenza di interessi

        

     

Estremi atto di conferimento
Nominativo Curriculum Vitae Dich. di assenza di interesse Certificaz  Resp. Servizio
INCARICO SERVIZIO ASSISTENZA URBANISTICA/EDILIZIA Geom. Giulio Berruquier CURRICULUM VITAE DICHIARAZIONE ASSENZA CONFLITTO D'INTERESSI ATTESTAZIONE
INCARICO VERTENZA DITTA RUSCALLA Avv. Marco Venturino CURRICULUM VITAE DICHIARAZIONE ASSENZA CONFLITTO D'INTERESSI ATTESTAZIONE
NOMINA REVISORE DEI CONTI TRIENNIO 2018/2020O Dott. Felice Lupia CURRICULUM VITAE DICHIARAZIONE ASSENZA CONFLITTO D'INTERESSE ATTESTAZIONE
NOMINA REVISORE DEI CONTI TRIENNIO 2015-2017 Dr.ssa Francesca Supporta CURRICULUM VITAE DICHIARAZIONE ASSENZA CONFLITTO D'INTERESSI ATTESTAZIONE
NOMINA REVISORE DEI CONTI TRIENNIO 2013-2015 Dr.ssa Franca Serra CURRICULUM VITAE DICHIARAZIONE ASSENZA CONFLITTO D'INTERESSI ATTESTAZIONE

 Anagrafe prestazioni dipendenti - Link ai Dati sugli incarichi conferiti ed autorizzati a collaboratori e consulenti esterni da parte delle PA (banca dati PERLAPA)

(dati in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016 – il Comune di Castagnole Lanze sta provvedendo al controllo e aggiornamento di questa sezione) 


In questo comune non vi sono amministratori ed esperti nè amministratori ed esperti ex art. 32 d.l. 90/2014.

(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 14 e 47, d.lgs. n. 33/2013 - Art. 2-3, l. n. 441/1982
Contenuti: Incarichi amministrativi di vertice (da pubblicare in tabelle)
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


In questo comune non vi sono incarichi amministrativi di vertice, ad eccezione del Segretario comunale, dott. Vincenzo CARAFA. 

 

Curriculum Vitae Dott. Vincenzo Carafa

 

A partire dal 2016 Incarichi amministrativi di vertice  

 

REDDITI ANNO 2014 DEL SEGRETARIO COMUNALE E DEI RESPONSABILI DEI SERVIZI
       
NOMINATIVO STIPENDIO RETRIBUZIONE INDENNITA' DI
  TABELLARE DI POSIZIONE RISULTATO
       
CARAFA Vincenzo   7548,00  
       
CERRUTI Gabriella 5315,18 12000,00 3000,00
       
BIESTRO Luigi 30562,06 12911,47  
       

 

ANNO 2015

NOMINATIVO

STIPENDIO

TABELLARE

RETRIBUZIONE

DI POSIZIONE

INDENNITA'

DI RISULTATO

CARAFA VINCENZO   7548,00 -
CERRUTI GABRIELLA 5315,18 12000 -
BIESTRO LUIGI 30562,06 12911,47 1800,00

 

 ultimo aggiornamento: febbraio 2016

 

Riferimento normativo: Art. 14, c. 1 e c. 1-bis, d.lgs. n. 33/2013 - Art. 2, c. 1,
punto 1, l. n. 441/1982
Contenuti: Incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, ivi inclusi quelli conferiti
discrezionalmente dall'organo di indirizzo politico senza procedure pubbliche di
selezione e titolari di posizione organizzativa con funzioni dirigenziali(da
pubblicare in tabelle che distinguano le seguenti situazioni: dirigenti, dirigenti
individuati discrezionalmente, titolari di posizione organizzativa con funzioni
dirigenziali)


In questo Ente non esistono posizioni dirigenziali


(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

AmmTrasp

Art. 10, c. 8 lett. d

Dati dei  dei titolari di posizioni organizzative


Riferimento normativo: Art. 14, c. 1-quinquies., d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Curricula dei titolari di posizioni organizzative redatti in conformità al vigente modello europeo
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Dati relativi al Segretario Comunale

Dott. CARAFA Enzo

Compensi:

Curriculum Vitae

Dati relativi alle posizioni organizzative

Settore/Ufficio
Nominativo Responsabile
Curriculum Vitae Decreto di nomina Dichiarazioni
ex D.LGS 39/2013

UFFICIO FINANZIARIO
Dott.ssa CERRUTI Gabriella

Curriculum Vitae

 vai al decreto  dichiarazione

UFFICIO AMMINISTRATIVO - EDILIZIA PRIVATA
Dott. CARAFA Enzo

Curriculum Vitae

 vai ai decreto  dichiarazione

UFFICIO TECNICO
Lavori pubblici

Responsabile: Geom. Luigi BIESTRO

Curriculum Vitae  vai al decreto  dichiarazione

 

Rinnovo provvisorio degli incarichi ai responsabili di servizio (Decreto del Sindaco n. 3 del 27/05/2019)

(sezione in aggiornamento secondo le linee guida sulla trasparenza al mese di maggio 2019) 

 

 

AmmTrasp Sezione relativa alla dotazione organica, come indicato all'art. 16, c. 1,2 del d.lgs. 33/2013.

Riferimento normativo: Art. 16, c. 1, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Conto annuale del personale e relative spese sostenute, nell'ambito
del quale sono rappresentati i dati relativi alla dotazione organica e al personale
effettivamente in servizio e al relativo costo, con l'indicazione della distribuzione
tra le diverse qualifiche e aree professionali, con particolare riguardo al personale
assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico
Aggiornamento: Annuale (art. 16, c. 1, d.lgs. n. 33/2013)


Concessione aspettativa a dipendente dei Servizi Demografici Sig.ra Marinella MO per un periodo di quattro mesi a partire dal 15/02/2019 (Riferimento DGC 13 del 05/02/2019) 

Organigramma del Comune di Castagnole delle Lanze (Aggiornato al 25/09/2018 con DGC nr 61)

Organigramma del Comune di Castagnole delle Lanze


Fabbisogno personale a livello triennale e annuale -triennio 2019/2021 (Approvato con DGC 8 del 23/01/2019)

Nuova dotazione organica anno 2019/2020

Fabbisogno personale 2019/2021

Determinazione del tetto di spesa

Fabbisogno personale a livello triennale e annuale -triennio 2018/2020

Fabbisogno personale a livello triennale e annuale -triennio 2017/2019

Rideterminazione dotazione organica anno 2016 (Approvata con DGC 72 del 15/12/2015)

 

(Sezione aggiornato - secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016 - al 23/01/2019)

 

Riferimento normativo: Art. 17, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Personale con rapporto di lavoro non a tempo indeterminato, ivi compreso il personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico 
Aggiornamento: Annuale (art. 17, c. 1, d.lgs. n. 33/2013)


L'ente non ha personale con contratto a tempo determinato.


 

 (sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 16, c. 3, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Tassi di assenza trimestrali (da pubblicare in tabelle) - Tassi di assenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale 
Aggiornamento: Trimestrale (art. 16, c. 3, d.lgs. n. 33/2013)


Riferimento normativo: Art. 21, c. 1, d.lgs. n. 33/2013Art. 47, c. 8, d.lgs. n. 165/2001 
Contenuti: Riferimenti necessari per la consultazione dei contratti e accordi collettivi nazionali ed eventuali interpretazioni autentiche 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Link alla sezione ARAN

 

In allegato:

Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale del comparto funzioni locali (periodo 2016-2018)

 

Art. 59
Codice  disciplinare

Riferimento normativo: Art. 21, c. 2, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Contratti integrativi stipulati, con la relazione tecnico-finanziaria e quella illustrativa, certificate dagli organi di controllo (collegio dei revisori dei conti, collegio sindacale, uffici centrali di bilancio o analoghi organi previsti dai rispettivi ordinamenti) 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)

 

accordo decentrato anno 2018 (Approvato con DGC 75 del 24/12/2018)

accordo decentrato anno 2016 (Approvato con DGC 7 del 09/02/2016)

accordo decentrato anno 2015

 

delibera integrazione fondo anno 2015

 

BANCA DATI ARAN CNEL

Banca dati dei contratti integrativi (clicca e accedi)

E' operativa e consultabile via web, con accesso sia dal sito dell’Aran che dal sito del Cnel, la Banca Dati dei contratti integrativi delle amministrazioni pubbliche. 


(i dati relativi al Comune di Castagnole Lanze sono in fase di inserimento e controllo)


(sezione aggiornata al mese di gennaio 2019)

 

 

 

Riferimento normativo: Art. 10, c. 8, lett. c), d.lgs. n. 33/2013 - Par. 14.2, delib. CiVIT n. 12/2013 
Contenuti: Nominativi, Curricula, Compensi (da pubblicare in tabelle) 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Il componente del Nucleo di valutazione monocratico per il Comune di Castagnole delle Lanze, per un periodo di 3 anni a partire dalla nomina, è il Dott. Marco TRAVASINO eletto in convenzione con i Comuni di Costigliole d'Asti, Coazzolo e Montegrosso d'Asti tramite l'Unione "Comunità delle colline tra Langa e Monferrato" (a seguire Decreto di nomina e C.V.)

Decreto di nomina Dott. Marco TRAVASINO (Decreto della "Comunità delle colline tra Langa e Monferrato nr 42 del 23/05/2018)

Curriculum Vitae Dott. Marco TRAVASINO

(Sezione aggiornata - secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016 - al 27/02/2019)

 

Riferimento normativo: Art. 47, c. 1, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Provvedimenti sanzionatori a carico del responsabile della mancata o incompleta comunicazione dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzionedella carica, la titolarità di imprese, le partecipazioni azionarie proprie nonchè tutti i compensi cui dà diritto l'assunzione della carica
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Allo stato attuale non ci sono sanzioni a carico dell'Ente


(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Sanzioni per mancata comunicazione dati (Decreto legislativo nr. 33 del 14/03/2013)

Riferimento normativo: Art. 14, d.lgs. n. 33/2013 Art. 2-4, l. n. 441/1982 
Contenuti: Dirigenti cessati dal rapporto di lavoro (documentazione da pubblicare sul sito web) 
Aggiornamento: Nessuno


In questo ente non vi sono state nè vi sono posizioni dirigenziali


(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 18, d.lgs. n. 33/2013Art. 53, c. 14, d.lgs. n. 165/2001 
Contenuti: Elenco degli incarichi conferiti o autorizzati a ciascun dipendente (dirigente e non dirigente), con l'indicazione dell'oggetto, della durata e del compenso spettante per ogni incarico 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Anagrafe prestazioni dipendenti - Link ai Dati sugli incarichi conferiti ed autorizzati ai dipendenti da parte delle PA (banca dati PERLAPA)

 

Incarico conferito al dipendente Luigi BIESTRO presso l'Unione Collinare Tra Langa e Monferrato per l'anno 2019 (Approvato con DGC 4 del 08/01/2019 valido per 10 ore settimanali per tutto il 2019)

Incarico conferito al dipendente Luigi BIESTRO presso l'Unione Collinare Tra Langa e Monferrato per l'anno 2018 (Approvato con DGC 3 del 09/01/2018 valido per 10 ore settimanali per tutto il 2018)

Incarico conferito al dipendente Luigi BIESTRO presso l'Unione Collinare Tra Langa e Monferrato per l'anno 2017 (Approvato con DGC 1 del 17/01/2017 valido per 10 ore settimanali per tutto il 2017) 

Incarico conferito al dipendente Luigi BIESTRO presso l'Unione Collinare Tra Langa e Monferrato per l'anno 2016 (DGC 4 del 22/01/2016)

 

(dati aggiornati al mese di gennaio 2019 – il Comune di Castagnole Lanze sta provvedendo al controllo e aggiornamento di questa sezione) 

Riferimento normativo: Art. 19, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Bandi di concorso per il reclutamento, a qualsiasi titolo, di personale presso l'amministrazione nonche' i criteri di valutazione della Commissione e le tracce delle prove scritte
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


(Sezione aggiornata al mese di giugno 2019)

 

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER SOLI TITOLI DI N. 5 RILEVATORI PER IL CENSIMENTO PERMANENTE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2019

 

Le domande devono essere compilate sull'apposito modulo, in allegato, e pervenire entro e non oltre le ore 13,00 del 26 giugno 2019 con le modalità enunciate nel bando, anch'esso in allegato.

 

Avviso completo

Modulo di domanda

 

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI ED ESAMI PER L’ASSUNZIONE CONCONTRATTO DI FORMAZIONE E LAVORO A TEMPO PIENO E DETERMINATO (12 mesi) DI N. 1 UNITA’ DI PERSONALE CON PROFILO DI “ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO”, CATEGORIA C – POSIZIONE ECONOMICA C1 – DA DESTINARSI AL SETTORE DEMOGRAFICO.

 

Le domande devono essere indirizzate, tramite raccomandata a/r, al COMUNE DI CASTAGNOLE DELLE LANZE Via Ruscone 9 - 14054 Castagnole delle Lanze (At) entro le ore 12,00 del 06/05/2019

 

Scarica l'avviso completo

Scarica il modello di domanda di partecipazione

Elenco dei candidati ammessi alla selezione pubblica 

Graduatoria

 

AVVISO DI MOBILITA' VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO VACANTE A TEMPO PART-TIME/INDETERMINATO NEL PROFILO DI ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO CATEGORIA C.

 

scarica l'avviso

 

 

 

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L’ASSUNZIONE CON CONTRATTO DI FORMAZIONE E LAVORO A TEMPO PART-TIME 75% DI N. 1 UNITÀ DI PERSONALE CON PROFILO DI “ISTRUTTORE TECNICO” - CATEGORIA C1 DI CUI ALL’ORDINAMENTO PROFESSIONALE – CCNL 31/3/99 PER IL PERSONALE DELLE REGIONI E AUTONOMIE LOCALI, DA DESTINARSI ALLA SEDE DI CASTAGNOLE DELLE LANZE – UFFICIO TECNICO COMUNALE SETTORE EDILIZIA – POLIZIA CIMITERIALE E PROVVEDITORATO.

scarica il bando

 

N.B. CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 186/DF DELL'8.11.2017 SONO STATI RIAPERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

scarica la determina

 

RICERCA DI PERSONALE PER L'ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA PER L'ANNO SCOLASTICO 2018/2019 TRAMITE SCUOLABUS. DATA SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 05/09/2018

Si ricerca personale interessato all’accompagnamento, sullo scuolabus, degli alunni della Scuola dell’Infanzia per l’anno scolastico 2018/2019. 

L’orario, nei giorni da lunedì a venerdì, è previsto dalle ore 8.30 alle 9.30 e dalle 15.30 alle 16.30. Il contratto di collaborazione prevede un compenso forfettario lordo di €. 20,00 giornalieri. Costituisce titolo di preferenza il possesso di titolo di studio in materia psico-pedagogica o dimostrazione di aver svolto attività lavorativa in materia. La domanda, redatta su carta semplice e con allegato il curriculum, deve essere presentata all’ufficio scolastico del Comune di Castagnole delle Lanze entro il 5 settembre 2018. Il colloquio psico-attitudinale si svolgerà presso una sala del Palazzo Municipale, il giorno 6 settembre alle ore 9.00 (muniti di documento di identità)

Il Segretario Comunale 

Responsabile del Servizio 

Dott. Vincenzo Carafa

Riferimento normativo: Art. 10, c. 8, lett. b), d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Piano della Performance (art. 10, d.lgs. 150/2009) - Piano esecutivo di gestione (per gli enti locali) (art. 169, c. 3-bis, d.lgs. n. 267/2000)
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


 

Il PEG (Piano esecutivo di gestione) è un documento di programmazione annuale, che definisce gli obiettivi di ciascun servizio comunale e assegna le risorse finanziarie umane e strumentali necessarie al raggiungimento dei suddetti obiettivi.

 

PEG ENTRATA 2019 (Approvato con DGC31 del 26/03/2019)

PEG USCITE 2019 (Approvato con DGC31 del 26/03/2019) 

 

PEG ENTRATA 2016

PEG USCITE 2016

 

sezione aggiornata al mese di aprile 2019

Riferimento normativo: Art. 10, c. 8, lett. b), d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Relazione sulla Performance (art. 10, d.lgs. 150/2009) 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


 

Con l’approvazione del D.Lgs. 126/2014, l’introduzione del piano della performance diventa obbligatoria per tutti i comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti. I comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti non hanno l’obbligo di redigere un piano della performance, ma solo di adeguare i propri ordinamenti ai principi contenuti negli articoli elencati nell’art. 16 del D.Lgs. 150/2009, attraverso gli strumenti che ritengono più opportuni.

 

PEG ENTRATA 2016

PEG USCITE 2016

 

Relazione dell'O.V. anno 2014

Relazione dell'O.V. anno 2015

 

sezione aggiornata al mese di ottobre 2018

Riferimento normativo: Art. 20, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati - Ammontare dei premi effettivamente distribuiti 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


 

Con l’approvazione del D.Lgs. 126/2014, l’introduzione del piano della performance diventa obbligatoria per tutti i comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti. I comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti non hanno l’obbligo di redigere un piano della performance, ma solo di adeguare i propri ordinamenti ai principi contenuti negli articoli elencati nell’art. 16 del D.Lgs. 150/2009, attraverso gli strumenti che ritengono più opportuni.

 

sezione in aggiornamento secondo le nuove Linee guida ANAC sulla trasparenza - dicembre 2016

Riferimento normativo: Art. 20, c. 2, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Criteri definiti nei sistemi di misurazione e valutazione della performance per l'assegnazione del trattamento accessorio. - Distribuzione del trattamento accessorio, in forma aggregata, al fine di dare conto del livello di selettività utilizzato nella distribuzione dei premi e degli incentivi. - Grado di differenziazione dell'utilizzo della premialità sia per i dirigenti sia per i dipendenti 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


 

Con l’approvazione del D.Lgs. 126/2014, l’introduzione del piano della performance diventa obbligatoria per tutti i comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti. I comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti non hanno l’obbligo di redigere un piano della performance, ma solo di adeguare i propri ordinamenti ai principi contenuti negli articoli elencati nell’art. 16 del D.Lgs. 150/2009, attraverso gli strumenti che ritengono più opportuni.

 

(sezione in aggiornamento secondo le nuove Linee guida ANAC sulla trasparenza - dicembre 2016)

L’art. 20 c.3 del d.lgs. 33/2013 che prevedeva l’obbligo di pubblicazione dei dati relativi al Benessere Organizzativo è stato abrogato dal d.lgs 97/2016 (art. 19, c. 1, lett. b): questa pagina pertanto non verrà ulteriormente aggiornata.

Sistema di misurazione e valutazione della performance

 

Riferimento normativo: Par. 1, delib. CiVIT n. 104/2010 
Contenuti: Sistema di misurazione e valutazione della Performance (art. 7, d.lgs. n. 150/2009) 
Aggiornamento: Tempestivo


Con l’approvazione del D.Lgs. 126/2014, l’introduzione del piano della performance diventa obbligatoria per tutti i comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti. I comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti non hanno l’obbligo di redigere un piano della performance, ma solo di adeguare i propri ordinamenti ai principi contenuti negli articoli elencati nell’art. 16 del D.Lgs. 150/2009, attraverso gli strumenti che ritengono più opportuni.

 

Sezione in aggiornamento secondo le nuove linee guida sulla trasparenza del mese di dicembre 2016

Riferimento normativo: Art. 22, c. 1-2-3, d.lgs. n. 33/2013 - Art. 20, c. 3, d.lgs. n. 39/2013 
Contenuti: Elenco degli enti pubblici, comunque denominati, istituiti, vigilati e finanziati dall'amministrazione ovvero per i quali l'amministrazione abbia il potere di nomina degli amministratori dell'ente, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate 
Aggiornamento: Annuale (art. 22, c. 1, d.lgs. n. 33/2013)


Il Comune di Castagnole non ha enti pubblici vigilati.


 (sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 22, c. 1-2-3, d.lgs. n. 33/2013 - Art. 20, c. 3, d.lgs. n. 39/2013 
Contenuti: Elenco delle società di cui l'amministrazione detiene direttamente quote di partecipazione anche minoritaria, con l'indicazione dell'entità, delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate, ad esclusione delle società, partecipate da amministrazioni pubbliche, con azioni quotate in mercati regolamentati italiani o di altri paesi dell'Unione europea, e loro controllate. (art. 22, c. 6, d.lgs. n. 33/2013) 
Aggiornamento: Annuale (art. 22, c. 1, d.lgs. n. 33/2013)


Accedi ai link delle Società partecipate del Comune di Castagnole delle Lanze

ACQUEDOTTO VALTIGLIONE s.p.a.

G.A.I.A. S.P.A. GESTIONE AMBIENTALE INTEGRATA DELL’ASTIGIANO

CISA Asti Sud

 


 

Revisione periodica delle Società partecipate dal Comune di Castagnole delle Lanze anno 2018 -elenco delle Società partecipate- (Approvata con DCC 35 del 27/11/2018) 

 

Società partecipate dal Comune di Castagnole (elenco aggiornato al 31 dicembre 2015)


Piano di razionalizzazione delle società partecipate anno 2015 (approvato con DGC 57 del 20/10/2015)


Relazione sui risultati conseguiti dal piano operativo di razionalizzazione anno 2015


(Sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

 

Riferimento normativo: Art. 22, c. 1-2-3, d.lgs. n. 33/2013 - Art. 20, c. 3, d.lgs. n. 39/2013 
Contenuti: Elenco degli enti di diritto privato, comunque denominati, in controllo dell'amministrazione, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate 
Aggiornamento: Annuale (art. 22, c. 1, d.lgs. n. 33/2013)


Il Comune di Castagnole non ha enti di diritto privato controllati.


 (sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 22, c. 1, lett. d), d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Una o più rappresentazioni grafiche che evidenziano i rapporti tra l'amministrazione e gli enti pubblici vigilati, le società partecipate, gli enti di diritto privato controllati
Aggiornamento: Annuale (art. 22, c. 1, d.lgs. n. 33/2013)


Rappresentazione grafica (dato aggiornato al 31 gennaio 2016)


(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

Riferimenti normativi: art. 24, c.1 del  d.lgs 33/2013


L’art. 24 c.1 del d.lgs. 33/2013 che prevedeva l’obbligo di pubblicazione dei dati aggregati dell’attività amministrativa è stato abrogato dal d.lgs 97/2016 (dall’art. 43, c. 1, lett. c): questa pagina pertanto non verrà ulteriormente aggiornata. 

Riferimento normativo: Art. 35, c. 1, lett. d), d.lgs. n. 33/2013 e Art 1, c. 29, l. 190/2012
Contenuti: Tipologie di procedimento (da pubblicare in tabelle)
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. 33/2013)


L’art. 24  del d.lgs. 33/2013 che prevedeva l’obbligo di pubblicazione dei dati inerenti il Monitoraggio dei tempi procedimentali è stato abrogato dal d.lgs 97/2016 (art. 43, c. 1, lett. c): questa pagina pertanto non verrà ulteriormente aggiornata. 

Riferimento normativo: Art. 35, c. 3, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Recapiti telefonici e casella di posta elettronica istituzionale dell'ufficio responsabile per le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l'accesso diretto degli stessi da parte delle amministrazioni procedenti all'acquisizione d'ufficio dei dati e allo svolgimento dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8 d.lgs. 33/2013)


 Clicca qui per accedere alle informazioni sugli Uffici del Comune di Castagnole delle Lanze

(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

AmmTrasp

 

Consultazione degli elenchi delle delibere del Consiglio e della Giunta Comunale pubblicati all'albo pretorio a partire dal 2014

 

A partire dal 2018 Banca dati Provvedimenti    
2018 (elenchi)
Delibere di Giunta Delibere di Consiglio Ordinanze
2017 (elenchi)
Delibere di Giunta Delibere di Consiglio Ordinanze
2016 (elenchi)
Delibere di Giunta Delibere di Consiglio Ordinanze
2015 (elenchi) Delibere di Giunta Delibere di Consiglio Ordinanze 
2014 (elenchi)
Delibere di Giunta Delibere di Consiglio Ordinanze

 

Dati in aggiornamento semestrale (come da indicazioni normative di ANAC)

AmmTrasp

Consultazione di tutti i provvedimenti dirigenziali pubblicati all'albo pretorio a partire dal 2014


 

LEGENDA: DA: area amministrativa, DF: area finanziaria, DT: area tecnica lavori pubblici, DU: area tecnica edilizia privata.

 

2019 (elenco)
Determine    
2018 (elenco)
Determine    
2017 (elenco)
Determine    
2016 (elenco)
Determine    
2015 (elenco)
Determine    
2014 (elenco)
Determine Provvedimenti di pratiche edilizie  

 

Elenchi in aggiornamento semestrale

L’art. 25 del d.lgs 33/2013 e ss.mm.ii che prevedeva l’obbligo di pubblicazione dei dati inerenti i Controlli sulle imprese è stato abrogato dall’art. 43, c. 1, lett. d del d.lgs. 97/2016; di conseguenza questa pagina non verrà più aggiornata

Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Come indicato all'articolo 37, comma 1 e 2 del Decreto Legslativo 33/2013


 

Fermi restando gli altri obblighi di pubblicita'  legale  e,  in particolare, quelli previsti dall'articolo 1, comma 32, della legge 6 novembre 2012, n. 190,  ciascuna  amministrazione  pubblica,  secondo quanto previsto dal decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e, in particolare, dagli articoli 63, 65, 66,  122,  124,  206  e  223,  le informazioni relative alle procedure per l'affidamento e l'esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture.

Le pubbliche amministrazioni sono tenute altresi' a  pubblicare, nell'ipotesi di cui all'articolo 57, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, la delibera a contrarre.

Sono rese pubbliche le informazioni relative a

 

  1. Bandi, avvisi ed esiti per lavori servizi e forniture, sopra e sotto soglia in conformità a quanto previsto dal codice dei contratti;
  2. Le informazioni relative alle procedure per l’affidamento e l’esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture nonchè della delibera a contrarre nell’ ipotesi di cui al comma 6 dell’art. 57 D. lgs., n. 163/2006.

1. Elenco contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

 

2. Bandi, avvisi ed esiti per lavori servizi e forniture, sopra soglia

 

 


 

 

XML 2012-2013

Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Come indicato all'articolo 37, comma 1 e 2 del Decreto Legslativo 33/2013.

Fermi restando gli altri obblighi di pubblicita'  legale  e,  in particolare, quelli previsti dall'articolo 1, comma 32, della legge 6 novembre 2012, n. 190,  ciascuna  amministrazione  pubblica,  secondo quanto previsto dal decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e, in particolare, dagli articoli 63, 65, 66,  122,  124,  206  e  223,  le informazioni relative alle procedure per l'affidamento e l'esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture.

Le pubbliche amministrazioni sono tenute altresi' a  pubblicare, nell'ipotesi di cui all'articolo 57, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, la delibera a contrarre.

Sono rese pubbliche le informazioni relative a:

  • Bandi, avvisi ed esiti per lavori servizi e forniture, sopra e sotto soglia in conformità a quanto previsto dal codice dei contratti;
  • Le informazioni relative alle procedure per l’affidamento e l’esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture nonchè della delibera a contrarre nell’ ipotesi di cui al comma 6 dell’art. 57 D. lgs., n. 163/2006.

Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Come indicato all'articolo 37, comma 1 e 2 del Decreto Legslativo 33/2013.

Fermi restando gli altri obblighi di pubblicita'  legale  e,  in particolare, quelli previsti dall'articolo 1, comma 32, della legge 6 novembre 2012, n. 190,  ciascuna  amministrazione  pubblica,  secondo quanto previsto dal decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e, in particolare, dagli articoli 63, 65, 66,  122,  124,  206  e  223,  le informazioni relative alle procedure per l'affidamento e l'esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture.

Le pubbliche amministrazioni sono tenute altresi' a  pubblicare, nell'ipotesi di cui all'articolo 57, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, la delibera a contrarre.

Sono rese pubbliche le informazioni relative a:

  • Bandi, avvisi ed esiti per lavori servizi e forniture, sopra e sotto soglia in conformità a quanto previsto dal codice dei contratti;
  • Le informazioni relative alle procedure per l’affidamento e l’esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture nonchè della delibera a contrarre nell’ ipotesi di cui al comma 6 dell’art. 57 D. lgs., n. 163/2006.

Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Come indicato all'articolo 37, comma 1 e 2 del Decreto Legslativo 33/2013.

Fermi restando gli altri obblighi di pubblicita'  legale  e,  in particolare, quelli previsti dall'articolo 1, comma 32, della legge 6 novembre 2012, n. 190,  ciascuna  amministrazione  pubblica,  secondo quanto previsto dal decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e, in particolare, dagli articoli 63, 65, 66,  122,  124,  206  e  223,  le informazioni relative alle procedure per l'affidamento e l'esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture.

Le pubbliche amministrazioni sono tenute altresi' a  pubblicare, nell'ipotesi di cui all'articolo 57, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, la delibera a contrarre.

Sono rese pubbliche le informazioni relative a:

  • Bandi, avvisi ed esiti per lavori servizi e forniture, sopra e sotto soglia in conformità a quanto previsto dal codice dei contratti;
  • Le informazioni relative alle procedure per l’affidamento e l’esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture nonchè della delibera a contrarre nell’ ipotesi di cui al comma 6 dell’art. 57 D. lgs., n. 163/2006.

Riferimento normativo: Art. 1, c. 32, l. n. 190/2012 Art. 37, c. 1, lett. a) d.lgs. n. 33/2013 Art. 4 delib. Anac n. 39/2016 
Contenuti: Atti relativi alle procedure per l'affidamento di appalti pubblici di servizi, forniture, lavori e opere, di concorsi pubblici di progettazione, di concorsi di idee e di concessioni. Compresi quelli tra enti nell'ambito del settore pubblico di cui all'art. 5 del dlgs n. 50/2016 
Aggiornamento: Tempestivo


(sezione aggiornata - secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016 - al mese di marzo 2019)

 

Avviso pubblico di manifestazione di interesse per l’espletamento di procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara di importo inferiore a € 40.000,00 per l’affidamento dell’appalto dei lavori di “Ampliamento del sistema di Videosorveglianza”

 

La manifestazione di interesse a partecipare alla gara dovrà essere inviata esclusivamente per mezzo PEC all'indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , entro e non oltre le ore 09,00 del giorno 11/04/2019

 

Leggi l'avviso completo

 

Relazione tecnica

Schema topografico

Computo metrico estimativo

Elenco prezzi unitari

Disciplinare descrittivo prestazionale

Quadro economico

 

Scarica l'istanza di interesse per partecipazione all'avviso pubblico

Riferimento normativo: Art. 1, c. 32, l. n. 190/2012 Art. 37, c. 1, lett. a) d.lgs. n. 33/2013 Art. 4 delib. Anac n. 39/2016

Contenuti: Dati previsti dall'articolo 1, comma 32, della legge 6 novembre 2012, n. 190 Informazioni sulle singole procedure(da pubblicare secondo le "Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell'art. 1, comma 32, della Legge n. 190/2012", adottate secondo quanto indicato nella delib. Anac 39/2016) 
Aggiornamento: Tempestivo


(sezione in aggiornamento ai sensi delle linee guida ANAC di dicembre 2016)

Accedi alla sezione  
Art. 26, comma 1
Atti con i quali sono determinati i criteri e le modalità cui le amministrazioni devono attenersi per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati

 


 

Il Comune di Castagnole non adotta un regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati.

Le singole richieste vengono valutate caso per caso

 

(sezione aggiornata al mese di settembre 2018)

AmmTrasp  L'art. 26 del D. Lgs. n. 33/2013 prevede che "le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti di concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese, e comunque di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati ai sensi del citato articolo 12 della legge n. 241 del 1990, di importo superiore a mille euro".

 

Inoltre l'art. 27 stabilisce che, in particolare, nei siti web devono essere indicati obbligatoriamente:

  • il nome dell'impresa o dell'ente e i rispettivi dati fiscali o il nome di altro soggetto beneficiario;
  • l'importo del vantaggio economico corrisposto;
  • la norma o il titolo a base dell'attribuzione;
  • l'ufficio e il funzionario o dirigente responsabile del relativo procedimento amministrativo;
  • la modalità seguita per l'individuazione del beneficiario;
  • il link al progetto selezionato e al curriculum del soggetto incaricato
 

 


Anno 2019

CONTRIBUTO A PRO LOCO DI CASTAGNOLE DELLE LANZE PER ORGANIZZAZIONE E GESTIONE 41° FESTA DELLA BARBERA (DGC 23 del 12/03/2019)

 

Anno 2018

CONTRIBUTO A PRO LOCO DI CASTAGNOLE DELLE LANZE - SAN BARTOLOMEO PER LA REALIZZAZIONE DELLA 159° FIERA DELLA NOCCIOLA, DEL CARNEVALE CASTAGNOLESE E DEL VIN TRIFULA 2018.  (DGC 54 del 21/08/2018)

CONTRIBUTO A POLISPORTIVA CASTAGNOLESE PER OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMMOBILE ADIBITO A CENTRO SPORTIVO (DGC 53 del 21/08/2018)

CONTRIBUTO A CHIESA EVANGELICA PER OPERE DI RISTRUTTURAZIONE EDIFICI DI CULTO  (DGC 70 del 04/12/2018)

 

Anno 2016

CONTRIBUTO A PARROCCHIA SAN BARTOLOMEO PER CENTRO ESTIVO 2016 (Approvato con DGC 46 del 13/09/2016)

CONTRIBUTO A ASSOCIAZIONE SPORTIVA JUNIOR ASTI RUGBY (Approvato con DGC 42 del 06/09/2016) 

CONTRIBUTO A PERSONA BISOGNOSA PER PAGAMENTO UTENZE DOMESTICHE (Approvato con DGC 38 del 09/08/2016)

CONTRIBUTO A ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI SEZIONE DI CASTAGNOLE DELLE LANZE (Approvato con DGC 37 del 09/08/2016)

CONTRIBUTO A CROCE VERDE -SEZIONE DI CASTAGNOLE DELLE LANZE- PER INSTALLAZIONE CARTELLONE PUBBLICITARIO (Approvato con DGC 29 del 17/05/2016)

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE E LA PRO LOCO DI CASTAGNOLE DELLE LANZE PER LA REALIZZAZIONE DELLA "38° FESTA DELLA BARBERA — DI CORTILE IN CORTILE"

 

Anno 2015

CONTRIBUTO A PERSONA BISOGNOSA TRAMITE CONSORZIO C.I.S.A. (Approvato con DGC 67 del 01/12/2015)

CONTRIBUTO ALLA ASSOCIAZIONE CARABINIERI DI CASTAGNOLE DELLE LANZE

PROROGA CONCESSIONE PER DODICI MESI GESTIONE PARCO DELLA RIMEMBRANZA E DELLA TORRE ALLA ASSOCIAZIONE CULTURALE “TORRE DEL CONTE PAOLO BALLADA”

 

Anno 2014

PROROGA CONCESSIONE PER DODICI MESI GESTIONE PARCO DELLA RIMEMBRANZA E DELLA TORRE ALLA ASSOCIAZIONE CULTURALE “TORRE DEL CONTE PAOLO BALLADA"

 

CONVENZIONE con Associazione Culturale " torre del conte Paolo Ballada"


Accedi alla sezione dedicata

(Sezione aggiornata secondo le linee guida sulla trasparenza al mese di aprile 2019)

 

 

Riferimento normativo: Art. 29, c. 1, d.lgs. n. 33/2013Art. 5, c. 1, d.p.c.m. 26 aprile
2011 - Art. 29, c. 1-bis, d.lgs. n. 33/2013 e d.p.c.m. 29 aprile 2016
Contenuti: Documenti e allegati del bilancio preventivo, nonché dati relativi al
bilancio di previsione di ciascun anno in forma sintetica, aggregata e semplificata,
anche con il ricorso a rappresentazioni grafiche. Dati relativi alle entrate e alla
spesa dei bilanci preventivi in formato tabellare aperto in modo da consentire
l'esportazione, il trattamento e il riutilizzo.
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Il bilancio consolidato ha la funzione di rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione finanziaria e patrimoniale e il risultato economico della complessiva attività svolta dall'Ente attraverso le proprie articolazioni organizzative, i suoi enti strumentali e le sue società controllate e partecipate.
In allegato gli allegati del bilancio consolidato a partire dal 2017 ai sensi dell'Art. 11 bis del D.Lgs. n. 118/2011 e s.m.i.


Link alla pagina dedicata ai bilanci

Link al portale OPENBDAP sui dati relativi ai bilanci


Bilancio consolidato 2017

Relazione sulla gestione e nota integrativa dell'esercizio (Approvata con DCC 28 del 27/09/2018)

Schema di bilancio consolidato (Approvato con DCC 28 del 27/09/2018)

 

 

BILANCI

2013 Bilancio preventivo Bilancio consuntivo

 

BILANCIO DI RENDICONTO (CONSUNTIVO) 2018 (Approvato con DGC 34 del 02/04/2019 e con successiva DCC 9 del 24/04/2019)

Gestione entrate

Gestione spese

Relazione della Giunta Comunale

Prospetto dimostrativo del risultato di amministrazione

 

BILANCIO DI PREVISIONE 2019/2021 (Approvato con DCC 5 del 07/03/2019)

Nota integrativa al bilancio di previsione 2019/2021

 

 

DUP -DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE 2016-2018

 

RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO 2015

 

(sezione aggiornata al mese di maggio 2019)

 

Riferimento normativo: Art. 29, c. 2, d.lgs. n. 33/2013 - Art. 19 e 22 del dlgs n.
91/2011 - Art. 18-bis del dlgs n.118/2011
Contenuti: Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, con l'integrazione
delle risultanze osservate in termini di raggiungimento dei risultati attesi e le
motivazioni degli eventuali scostamenti e gli aggiornamenti in corrispondenza di ogni
nuovo esercizio di bilancio, sia tramite la specificazione di nuovi obiettivi e indicatori,
sia attraverso l'aggiornamento dei valori obiettivo e la soppressione di obiettivi già
raggiunti oppure oggetto di ripianificazione
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio

 

Il Piano degli indicatori è contenuto tra gli allegati inviati alla banca dati BDAP

accedi da questo link


Piano degli indicatori di bilancio - Previsione 2018-2020

Indicatori sintetici

Indicatori analitici concernenti la composizione delle entrate e la capacità di riscossione

Indicatori analitici concernenti la composizione delle spese per missioni e programmi e la capacitą dell'amministrazione di pagare i debiti negli esercizi di riferimento

 

Piano degli indicatori di bilancio - Rendiconto esercizio 2017

Indicatori Sintetici

Indicatori analitici concernenti la composizione delle entrate e la capacità di riscossione 

Indicatori analitici concernenti la composizione delle spese per missioni e programmi

Indicatori concernenti la capacità di pagare spese per missioni e programmi

 

Piano degli indicatori di bilancio - Previsione 2017-2019

Allegato 1A: Indicatori Sintetici

Allegato 1B: Indicatori analitici concernenti la composizione delle entrate e la capacita' di riscossione

Allegato 1C: Indicatori analitici concernenti la composizione delle spese per missioni e programmi e la capacitą dell'amministrazione di pagare i debiti negli esercizi di riferimento

 

(Sezione aggiornata - secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016 - al mese di marzo 2019)

 

Riferimento normativo: Art. 30, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Informazioni identificative degli immobili posseduti e detenuti
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


ELENCO PATRIMONIO IMMOBILIARE ANNO 2018

RICOGNIZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI CASTAGNOLE DELLE LANZE ANNO 2016


 (sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

 

 

CANONI DI LOCAZIONE O AFFITTO

Riferimento normativo: Art. 30, d.lgs. n. 33/2013 

Contenuti: Canoni di locazione o di affitto versati o percepiti 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Locazioni

(dato aggiornato al mese di ottobre 2018)

AmmTrasp

Dlgs 33/2013 – Articolo 31, comma 1 – Obblighi di pubblicazione concernenti i dati relativi ai controlli sull’organizzazione e sull’attività dell’amministrazione


Il recente d.lgs. 97/2016 ha previsto in questa pagina anche la pubblicazione delle relazioni degli organi di revisione amministrativa e contabile al bilancio di previsione o budget, alle relative variazioni e al conto consuntivo o bilancio di esercizio. Inoltre saranno pubblicati tutti i rilievi ancorché non recepiti della Corte dei conti riguardanti l’organizzazione e l’attività delle amministrazioni stesse e dei loro uffici.


Pagina in aggiornamento

Riferimento normativo: Art. 31, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Atti degli Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


 

 


Documento dell'OIV di validazione della Relazione sulla Performance (art. 14, c. 4, lett. c), d.lgs. n. 150/2009)

 

Relazione dell'OIV sul funzionamento complessivo del Sistema di valutazione, trasparenza e integrità dei controlli interni (art. 14, c. 4, lett. a), d.lgs. n. 150/2009) 

 

Con l’approvazione del D.Lgs. 126/2014, l’introduzione del piano della performance diventa obbligatoria per tutti i comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti. I comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti non hanno l’obbligo di redigere un piano della performance, ma solo di adeguare i propri ordinamenti ai principi contenuti negli articoli elencati nell’art. 16 del D.Lgs. 150/2009, attraverso gli strumenti che ritengono più opportuni.

 

Relazione dell'O.V. anno 2014

 

Relazione dell'O.V. anno 2015

 

(Sezione in aggiornamento secondo le nuove linee guida ANAC sulla trasparenza del mese di dicembre 2016)


 

Altri atti degli organismi indipendenti di valutazione , nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe, procedendo all'indicazione in forma anonima dei dati personali eventualmente presenti.

 

Non vi sono altri atti.

 

(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

Riferimento normativo: Art. 31, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Relazioni degli organi di revisione amministrativa e contabile al bilancio di previsione o budget, alle relative variazioni e al conto consuntivo o bilancio di esercizio 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Parere del revisore dei conti sul rendiconto 2018

Parere del revisore dei conti sul bilancio di previsione 2019/2021

Parere del revisore dei conti sul D.U.P.S. 2019/2021

Parere del revisore dei conti sul bilancio consolidato 2017  

Parere del revisore dei conti sul bilancio di previsione 2018-2020

Parere del revisore dei conti sul bilancio di previsione 2017-2019

Parere del revisore dei conti su variazioni al bilancio di previsione per l'anno 2016


(Sezione aggiornata secondo le linee guida sulla trasparenza al mese di maggio 2019)

Riferimento normativo: Art. 31, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Tutti i rilievi della Corte dei conti ancorchè non recepiti riguardanti l'organizzazione e l'attività delle amministrazioni stesse e dei loro uffici 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Al Comune di Castagnole Lanze non sono stati fatti rilievi da parte della Corte dei Conti


(Sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 32, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Carta dei servizi o documento contenente gli standard di qualità dei servizi pubblici 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


(sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

Riferimento normativo: Art. 32, c. 2, lett. a), d.lgs. n. 33/2013Art. 10, c. 5, d.lgs. n.
33/2013
Contenuti: Costi contabilizzati dei servizi erogati agli utenti, sia finali che intermedi e
il relativo andamento nel tempo (da pubblicare in tabelle)
Aggiornamento: Annuale (art. 10, c. 5, d.lgs. n. 33/2013)


Articolo 32, comma 2, lettera a
"Obblighi di pubblicazione concernenti i servizi erogati"


2. Le pubbliche amministrazioni, individuati i servizi erogati agli utenti, sia finali che intermedi, ai sensi dell'articolo 10, comma 5, pubblicano:
a) i costi contabilizzati, evidenziando quelli effettivamente sostenuti e quelli imputati al personale per ogni servizio erogato e il relativo andamento nel tempo.
[...]

 

Articolo 10, comma 5
"Programma triennale per la trasparenza e l'integrità"


5. Ai fini della riduzione del costo dei servizi, dell'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nonché del conseguente risparmio sul costo del lavoro, le pubbliche amministrazioni provvedono annualmente ad individuare i servizi erogati, agli utenti sia finali che intermedi, ai sensi dell'articolo 10, comma 5, del decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 279. Le amministrazioni provvedono altresì alla contabilizzazione dei costi e all'evidenziazione dei costi effettivi e di quelli imputati al personale per ogni servizio erogato, nonché al monitoraggio del loro andamento nel tempo, pubblicando i relativi dati ai sensi dell'articolo 32.

 

La lett. b) dell’art. 32, c.2 del d.lgs 33/2013 è stata abrogata dall’art. 28 c.1, lett. b)  punto 3 del d.lgs. 97/2016.

 

In questa sezione è possibile visualizzare la relazione inerente i costi unitari suddivisi per macroaree.

(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

La lettera b) del c.2 - art. 32 del d.lgs. 33/2013 che prevedeva l’obbligo di pubblicazione dei dati relativi ai tempi medi di erogazione dei servizi è stata abrogata dal d.lgs. 97/2016 (art. 28 c.1, lett. b) punto 3).

Di conseguenza questa pagina non verrà più aggiornata.

Riferimento normativo: Art. 41, c. 6, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Liste di attesa (obbligo di pubblicazione a carico di enti, aziende e
strutture pubbliche e private che erogano prestazioni per conto del servizio sanitario)
(da pubblicare in tabelle)
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Dato non pertinente per questo ente


(Sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 7 co. 3 d.lgs. 82/2005 modificato dall'art. 8 co. 1 del d.lgs. 179/16 
Contenuti: Risultati delle rilevazioni sulla soddisfazione da parte degli utenti rispetto alla qualità dei servizi in rete resi all'utente, anche in termini di fruibilità, accessibilità e tempestività, statistiche di utilizzo dei servizi in rete. 
Aggiornamento: Tempestivo


(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

Riferimento normativo: Art. 1, c. 2, d.lgs. n. 198/2009 - Art. 4, c. 2-6, d.lgs. n. 198/2009 
Contenuti: Class action 
Aggiornamento: Tempestivo


Non sono stati presentati ricorsi contro l'Ente con le modalità della Class Action

(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

AmmTrasp

Obblighi di pubblicazione concernenti i tempi di pagamento dell'amministrazione

Sezione relativa all'indicatore di tempestività dei pagamenti, come indicato all'art. 33 del d.lgs. 33/2013.

L'indicatore di tempestività dei pagamenti indica i tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture.


Indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti
(ai sensi dell'articolo 41 del Decreto Legge n. 66 del 24 aprile 2014 e dell'articolo 9 del DPCM del 22 settembre 2014)
Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti
(ai sensi dell'articolo 41, comma 1, del Decreto Legge n. 66 del 24 aprile 2014)
ANNO 2018 indicatore annuale: giorni
quarto trimestre: giorni  
terzo trimestre: giorni giorni inferiore a 30  
secondo trimestre: giorni inferiore a 30  
primo trimestre: giorni inferiore a 30  
ANNO 2017 indicatore annuale: giorni inferiore a 30
quarto trimestre: giorni inferiore a 30  
terzo trimestre: giorni  
secondo trimestre: giorni  
primo trimestre: giorni inferiore a 30  
ANNO 2016 Indicatore annuale: giorni 38,10
quarto trimestre: giorni 51,64  
terzo trimestre: giorni 24  

secondo trimestre: giorni - 10,26

 
primo trimestre: giorni 87  
ANNO 2015 Indicatore annuale: giorni 40
quarto trimestre: giorni 69  
terzo trimestre: giorni - 0,36  
secondo trimestre: giorni  - 15,35  
primo trimestre: giorni - 4,71  

 (sezione aggiornata al mese di settembre 2018)

Il pagamenti possono essere effettuati sia in banca che in posta, per i pagamenti effettuati in posta, visto che la posta impiega tanto tempo a farci pervenire gli attestati di pagamento, normalmente si chiede di inviare al comune copia della ricevuta.

Il servizio tesoreria e' affindato alla cassa di risparmio di asti (servizio tesoreria – asti)
I pagamenti possono essere effettuati presso qualsiasi banca, anche on-line, basta comunicare l’iban

IBAN: IT80 W 08530 47320 0000 90800001- BANCA D'ALBA CREDITO COOPERATIVO SC
BIC: ICRAITRREQ0
SWIFT: ICRAITRR

 

C/C POSTALE 13085147
 
 

Riferimento normativo: Art. 4-bis, c. 2, dlgs n. 33/2013
Contenuti: Dati sui propri pagamenti in relazione alla tipologia di spesa sostenuta, all'ambito temporale di riferimento e ai beneficiari (da pubblicare in tabelle)
Aggiornamento: Trimestrale (in fase di prima attuazione semestrale)


Dati sui propri pagamenti in relazione alla tipologia di spesa sostenuta, all'ambito temporale di riferimento e ai beneficiari (accedi alle tabelle)

 

L'Agenzia per l'Italia digitale, d'intesa con il Ministero dell'economia e delle finanze, al fine di promuovere l'accesso e migliorare la comprensione dei dati relativi all'utilizzo delle risorse pubbliche, gestisce il sito internet denominato "Soldi pubblici" che consente l'accesso ai dati dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni e ne permette la consultazione in relazione alla tipologia di spesa sostenuta e alle amministrazioni che l'hanno effettuata, nonche' all'ambito temporale di riferimento.


 

Dati sui pagamenti anno 2018 (file CSV)

Dati sui pagamenti anno 2017 (file CSV) 

Dati sui pagamenti anno 2016 (file CSV)  

 

(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

 

Riferimento normativo: Art. 41, c. 1-bis, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Dati relativi a tutte le spese e a tutti i pagamenti effettuati, distinti per tipologia di lavoro, bene o servizio in relazione alla tipologia di spesa sostenuta, all'ambito temporale di riferimento e ai beneficiari (da pubblicare in tabelle) 
Aggiornamento: Trimestrale (in fase di prima attuazione semestrale)


La fattispecie non sussiste per questo ente


(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

Riferimento normativo: Art. 38, c. 2, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Tempi, costi unitari e indicatori di realizzazione delle opere pubbliche in corso o completate. (da pubblicare in tabelle, sulla base dello schema tipo redatto dal Ministero dell'economia e della finanza d'intesa con l'Autorità nazionale anticorruzione ) 
Aggiornamento: Tempestivo (art. 38, c. 1, d.lgs. n. 33/2013)


Link alla BDAP (Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche del Ministero dell’Economia e delle Finanze), al fine di consentire l’assolvimento automatico agli obblighi della Legge 190/2012 (parte lavori).

 

(Sezione in aggiornamento secondo le Linee guida ANAC di dicembre 2016)

Riferimento normativo: Art. 38, c. 2 e 2 bis d.lgs. n. 33/2013 - Art. 21 co.7 d.lgs. n. 50/2016 - Art. 29 d.lgs. n. 50/2016
Contenuti: Atti di programmazione delle opere pubbliche (link alla sotto-sezione "bandi di gara e contratti"). A titolo esemplificativo: - Programma triennale dei lavori pubblici, nonchè i relativi aggiornamenti annuali, ai sensi art. 21 d.lgs. n 50/2016 - Documento pluriennale di pianificazione ai sensi dell'art. 2 del d.lgs. n. 228/2011, (per i Ministeri)
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Progetto esecutivo di riqualificazione energitica della scuola primaria  (Esaminato ed approvato con DGC 35 del 15/05/2018)
Quadro economico dell'intervento di riqualificazione energetica della scuola primaria (Approvato con DGC 35 del 15/05/2018)

Programmazione dei lavori pubblici in conformità al programma triennale 2018/2020

Programmazione dei lavori pubblici in conformità al programma triennale 2017/2019

Piano triennale opere pubbliche (anno 2014/2016)

Link alla sottosezione bandi di gara e contratti

 

(sezione in aggiornamento e controllo da parte di questo ente - settembre 2018)

 

Riferimento normativo: Art. 38, c. 1, d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Informazioni relative ai nuclei di valutazione e verifica degli investimenti pubblici, incluse le funzioni e i compiti specifici ad essi attribuiti, le procedure e i criteri di individuazione dei componenti e i loro nominativi (obbligo previsto per le amministrazioni centrali e regionali) 
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


Obbligo previsto per le amministrazioni centrali e regionali

 
(Sezione in aggiornamento secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016)

AmmTrasp

Sezione relativa alla pianificazione e governo del territorio, come indicato all'art. 39 del d.lgs. 33/2013.

La normativa sulla trasparenza della pubblica amministrazione chiede ad ogni ente di pubblicare tutti i documenti di competenza che riguardano la gestione del territorio e dell'ambiente.
In particolare, per i Comuni, è stato introdotto anche l'obbligo di pubblicare tutti i documenti che fanno parte dei procedimenti di modifica degli strumenti urbanistici e dei piani attuativi.

 


MARZO 2019

AVVISO APPROVAZIONE P.D.R. "PALAZZO S. GIORGIO"

 

Atti di governo del territorio

Piano di indirizzo territoriale - PIT (competenza della Regione)
Piano territoriale di coordinamento provinciale - PTCP (competenza della Provincia)
Piani paesistici (competenza di Regione e Provincia)

 

Strumenti urbanistici, generali e di attuazione, nonché le loro varianti (competenza del Comune): 
Prg

 

Variante parziale n. 6 (approvata definitivamente con D.C.C. n. 3 del 27/04/2012)


Relazione a “Perimetrazione del Centro abitato” funzionale alla redazione di successive Varianti urbanistiche al P.R.G.Cdel Centro abitato” funzionale alla redazione di successive Varianti urbanistiche al P.R.G.C
(Approvata con DCC 32 del 27/09/2018)
Tavola 1 a "Perimetrazione del Centro abitato"
Tavola 3b a "perimetrazione del Centro abitato"

 

Variante parziale n. 9 Adozione (Approvata definitivamente con DCC 23 del 28/07/2018)

Variante parziale n. 9 Presa d'atto della Verifica di Assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategivìca (VAS) (DGC 74 del 24/12/2018)

Variante parziale n. 9 Progetto definitivo (Approvato con DCC 41 del 27/12/2918)

 

Responsabile dei contenuti è il Servizio Urbanistica,
responsabile:


(Sezione in aggiornamento - marzo 2019)

Riferimento normativo: Art. 40, c. 2, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Informazioni ambientali: Stato dell'ambiente, Fattori inquinanti, Misure incidenti sull'ambiente e relative analisi di impatto, Misure a protezione dell'ambiente e relative analisi di impatto, Relazioni sull'attuazione della legislazione, Stato della salute e della sicurezza umana, Relazione sullo stato dell'ambiente del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013).


Rapporto sullo Stato dell'Ambiente in Piemonte

Il Rapporto sullo Stato dell’Ambiente è il documento che raccoglie, organizza e interpreta i dati ambientali. Il quadro complessivo che ne emerge rappresenta la qualità dell’ambiente nell’ambito territoriale considerato, i fattori di pressione che concorrono ad influenzarla, le politiche di risposta attivate a fronte di determinati obiettivi e priorità di intervento. Il Rapporto ha l’obiettivo anche di mettere in luce le eventuali carenze o incompletezze informative a cui rispondere attivando nuove campagne di misura e rilievo.

Questo documento, che Arpa pubblica annualmente, presenta la sintesi delle conoscenze ambientali conseguite mediante il monitoraggio, il controllo, l’attività analitica e l'elaborazione dei dati.


Nuovo piano regionale per la qualità dell'aria (Clicca qui per leggere)

Stato massima pericolosità incendi boschivi a partire dal 13/03/2019 (Riferimento Determina 742 del 12/03/2019 della Regione Piemonte - clicca per leggere -)

Richiesta istituzione nuova zona naturale di salvaguardia lungo l'asta fluviale del Tanaro - tratto tra Cherasco e Castagnole Lanze - (DGC 17 del 26/02/2019)

 

Per accedere alle notizie relative alla relazione sullo stato dell'ambiente del ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e altri informazioni ambientali (Clicca Qui)

Per accedere alle informazioni riguardanti la Protezione Civile della Provincia di Asti (Clicca Qui)

 

Per accedere alle informazioni riguardanti la relazione sullo Stato dell'Ambiente e della tutela del territorio del Ministero dell'Ambiente (Clicca Qui)

 

(Sezione aggiornata - secondo le linee guida ANAC di dicembre 2016 - al mese di maggio 2019)

Riferimento normativo: Art. 41, c. 4, d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: Elenco delle strutture sanitarie private accreditate. Accordi intercorsi
con le strutture private accreditate.
Aggiornamento: Annuale (art. 41, c. 4, d.lgs. n. 33/2013)


In questo Ente non vi sono strutture sanitarie private accreditate


(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

Riferimento normativo: Art. 42, c. 1, lett. a,b,c), d.lgs. n. 33/2013
Contenuti: 1. Provvedimenti adottati concernenti gli interventi straordinari e di emergenza che comportano deroghe alla legislazione vigente, con l'indicazione espressa delle norme di legge eventualmente derogate e dei motivi della deroga, nonché con l'indicazione di eventuali atti amministrativi o giurisdizionali intervenuti. 2. Termini temporali eventualmente fissati per l'esercizio dei poteri di adozione dei provvedimenti straordinari. 3. Costo previsto degli interventi e costo effettivo sostenuto dall'amministrazione
Aggiornamento: Tempestivo (ex art. 8, d.lgs. n. 33/2013)


 

INTERVENTI STRAORDINARI E DI EMERGENZA

 Provvedimenti contingibili e urgenti adottati in caso di calamità naturali o di altre emergenze e ogni altro provvedimento di carattere straordinario

 

Non ci sono stati interventi straordinari e di emergenza negli anni 2016 e 2017 e fino al mese di ottobre 2018


 

Lavori di somma urgenza FRANA PARCO RIMEMBRANZA

ORDINANZA nr. 2 del 07/01/2015 DEL SINDACO DI SGOMBERO PARZIALE DI FABBRICATO AD USO ABITAZIONE RELATIVA A PROVVEDIMENTI CONTINGIBILI ED URGENTI IN MATERIA DI EDILIZIA, POLIZIA LOCALE ED IGIENE E PER MOTIVI DI SICUREZZA PUBBLICA, PER ESECUZIONE DI LAVORI DI SOMMA URGENZAORDINANZA   nr. 2 del 07/01/2015 DEL   SINDACO DI SGOMBERO PARZIALE DI FABBRICATO AD USO ABITAZIONE RELATIVA A PROVVEDIMENTI CONTINGIBILI ED URGENTI IN MATERIA DI EDILIZIA, POLIZIA LOCALE ED IGIENE E PER MOTIVI DI SICUREZZA PUBBLICA, PER ESECUZIONE DI LAVORI DI SOMMA URGENZA

 

INTERVENTO DI SOMMA URGENZA EVENTO FRANOSO VIA ARTUFFO. APPROVAZIONE STATO FINALE. (23/12/2015) (23/12/2015)


Rotture di tubazione delle rete idrica e conseguente allagamento locale caldaia (impegno di spesa del 29/09/2015)

 

(sezione aggiornata al mese di ottobre 2018)

 

 

Il portale è realizzato con il CMS Open Source Joombla, compatibile con le raccomandazioni internazionali ISO e W3C.

Il CMS è stato opportunamente configurato e personalizzato per produrre temi Joombla accessibili in grado di recepire quanto previsto dalla Legge "Stanca" e per mettere a disposizione dei redattori uno strumento di editor "visuale" in grado di produrre codice html accessibile. 


OBIETTIVI DI ACCESSIBILITA'

Riferimento normativo: Art. 9, c. 7, d.l. n. 179/2012 convertito con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 

Contenuti: Obiettivi di accessibilità dei soggetti disabili agli strumenti informatici per l'anno corrente (entro il 31 marzo di ogni anno) e lo stato di attuazione del "piano per l'utilizzo del telelavoro" nella propria organizzazione. Gli obiettivi di accessibilità sono da pubblicare secondo le indicazioni contenute nella circolare dell'Agenzia per l'Italia digitale n. 1/2016 e s.m.i.

Aggiornamento: Annuale (ex art. 9, c. 7, D.L. n. 179/2012)


Obiettivi di accessibilita per l'anno 2019

Obiettivi di accessibilità per l'anno 2018

 

Obiettivi di accessibilità 2017

 

(sezione aggiornata al mese di marzo 2018)

 

ACCESSO CIVICO


L’art. 5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 (“Decreto Trasparenza”), prevede:
1. L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.
2. La richiesta di accesso civico non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente non deve essere motivata, è gratuita e va presentata al responsabile della trasparenza dell'amministrazione obbligata alla pubblicazione di cui al comma 1, che si pronuncia sulla stessa.
3. L'amministrazione, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al  medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a  quanto  richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l'amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.
4. Nei casi di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo di cui all'articolo 2, comma 9-bis della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, che, verificata la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione, nei termini di cui al comma 9-ter del medesimo articolo, provvede ai sensi del comma 3.
5. La tutela del diritto di accesso civico è disciplinata dalle disposizioni di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, così come modificato dal presente decreto.
6. La richiesta di accesso civico comporta, da parte del Responsabile della trasparenza, l'obbligo di segnalazione di cui all'articolo 43, comma 5.



Apri e compila il modello di accesso civico semplice (formato pdf editabile)

 

Apri e compila il modello di accesso civico generalizzato (formato pdf editabile)


REGISTRO DEGLI ACCESSI (Aggiornata al 31/12/2018)

 

TIPO DI ACCESSO (atti, civico e generalizzato) Oggetto e data richiesta Esito e data decisione/evasione

 Non vi sono stativ accessi civici

Periodo 01/01/2017 – 30/06/2017 /
 Non vi sono stati accessi civici  Periodo 01/07/2017 - 31/12/2017 /
1 accesso civico generalizzato

Oggetto:
richiesta elenco esercizi commerciali che hanno slot machine

 

Prot. 1423 del 19/03/2018


Accoglimento semplice

 

Prot. 1854 del 11/04/2018

1 accesso civico generalizzato

Oggetto:
richiesta numerica ordinanze

 

Prot. 1563 del 23/03/2018

Accoglimento semplice

 

Prot. 1575 del 27/03/2018

Non vi sono stati accessi civici Periodo 01/07/2018 - 31/12/2018 /

 

 

Prevenzione della corruzione


 

Riferimento normativo: Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013 
Contenuti: Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza e suoi allegati, le misure integrative di prevenzione della corruzione individuate ai sensi dell'articolo 1,comma 2-bis della legge n. 190 del 2012, (MOG 231) 
Aggiornamento: Annuale


La legge 6 novembre 2012 n. 190, emanata in attuazione dell'art. 6 della Convenzione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite contro la corruzione, prevede, oltre all'Autorità Nazionale Anticorruzione che è stata individuata nella Commissione per la valutazione, la trasparenza e l'integrità delle Pubbiche Amministrazioni, anche un Responsabile della prevenzione della corruzione per ogni Amministrazione Pubblica sia centrale che territoriale.
Di seguito sono, quindi, riportati il Decreto di nomina e tutti gli atti amministrativi inerenti e conseguenti la predetta normativa


RESPONSABILE PREVENZIONE CORRUZIONE

RESPONSABILE TRASPARENZA

Segretario Comunale Dott. CARAFA Enzo
Nominato con Decreto del Sindaco Nr. 13 in data 11.12.2015

Telefono 0141/875600 (centralino)
Fax 0141/875643

E-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Avviso pubblico aggiornamento piano anticorruzione 2019/2021

 

Piano triennale di prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2019-2021
(Approvato con DGC 12 del 23/01/2019 - riconferma del piano triennale 2018/2020 come da Deliberazione ANAC n. 1074 del 21/11/2018) 

Piano triennale di prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2018-2020
(approvato con DGC 9 del 31/01/2018)

Piano triennale di prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2017-2019

(approvato con delibera di Giunta comunale nr. 7 del 31/01/2017)

 

Relazione annuale del Responsabile Prevenzione della Corruzione (anno 2018) (documento pubblicato il 31/01/2019)

Relazione annuale del Responsabile Prevenzione della Corruzione (anno 2017)

Relazione annuale del RPC (anno 2016)

 

Piano Nazionale anticorruzione (PNA) (approvato con deliberazione ANAC 831 del 31 agosto 2016)

Aggiornamento 2018 al Piano Nazionale anticorruzione (approvato con deliberazione ANAC  1074 del 21 novembre 2018)

 

Modello per la segnalazione delle condotte illecite (whistleblowing)

 

(sezione aggiornata il mese di febbraio 2019)

Riferimento normativo: Art. 7-bis, c. 3, d.lgs. n. 33/2013Art. 1, c. 9, lett. f), l. n. 190/2012 
Contenuti: Dati, informazioni e documenti ulteriori che le pubbliche amministrazioni non hanno l'obbligo di pubblicare ai sensi della normativa vigente e che non sono riconducibili alle sottosezioni indicate 


Piano biennale degli acquisti di beni e servizi 2019/2020 (Approvato con DGC 7 del 23/01/2019)

Elenco degli acquisti del programma
Quadro delle risorse necessarie alla realizzazione del programma

 

Spese di rappresentanza anno 2018

 

(Sezione aggiornata - secondo le linee guida ANAC sulla trasparenza - al mese di maggio 2019)

Determinazione n. 6 del 28 aprile 2015
“Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower)”

Accedi dai link di seguito alla sezione del sito di ANAC con tutte le informazioni relative.


clicca e accedi alla normativa ANAC 

Nuova Legge Whistleblowing approvata il 15/11/2017 a tutela del dipendente pubblico e privato 
clicca e accedi 

Modulo per la segnalazione


 

E’ on line dall'8 di febbraio l’applicazione informatica Whistleblowing per l’acquisizione e la gestione, nel rispetto delle garanzie di riservatezza previste dalla normativa vigente, delle segnalazioni di illeciti da parte dei pubblici dipendenti come definiti dalla nuova versione dell’art. 54 bis del d.lgs.165/2001.
 

 

Nella pagina di accesso al servizio sono pubblicate le indicazioni e le modalità operative.


Vai al servizio