Anche quest’anno è possibile destinare il 5 per mille dell’IRPEF al proprio comune di residenza per sostenere le attività sociali svolte dal comune stesso.

Un aiuto importante per gli enti locali, che devono fare i conti con bilanci sempre più “magri”. “Voglio innanzitutto ringraziare di cuore i castagnolesi –dichiara il sindaco Marco Violardo- che, in questi anni, hanno sempre risposto con grande generosità al nostro appello.

La cifra che raccoglieremo – continua il sindaco- verrà utilizzata per: 

- coprire, almeno in parte, le spese di gestione dell’asilo-nido comunale “Pollicino”;

- aiutare le associazioni di volontariato;

- garantire un servizio molto apprezzato dai nostri concittadini più anziani: la “navetta” che, il giovedì, effettua il trasporto dalle frazioni al mercato di San Bartolomeo o all’ambulatorio medico di piazza Giovannone;

Il 5 per mille –conclude il sindaco- non costa nulla al contribuente e destinarlo al proprio comune di residenza è facile. Basta firmare nella parte del modello della dichiarazione dei redditi in cui è scritto: SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ SOCIALI SVOLTE DAL COMUNE DI RESIDENZA”.

Castagnole delle Lanze, 25 aprile 2014